latte daglio

Curare la sciatica con il latte d’aglio

Curare la sciatica con il latte d’aglio

Chi soffre di sciatica lo sa: per combattere quel dolore persistente che parte di solito dalla schiena e si espande anche anche alle gambe per arrivare fino ai piedi farebbe di tutto per farselo passare. Certo, ci sono i medicinali specifici, come gli antiinfiammatori. Ma esistono anche rimedi naturali e tra questi, per quanto possa sembrare strano, anche l’aglio: il latte che se ne ricava infatti è molto efficace contro la sciatica.

Latte d’aglio, perché funziona con la sciatica

Il latte d’aglio non avrà un buon odore, ma in compenso dà molti vantaggi. Infatti è stata dimostrata la sua efficacia come calmante in tutti i problemi causati dalla sciatica a cominciare da quella fastidiosa sensazione di intorpidimento che colpisce le gambe e le anche, o ancora il dolore persistente che non consente di fare molti movimenti, di piegarsi, di lavorare (specie per chi sta in piedi), insomma di compiere le normali attività quotidiane.

Ecco che in questo caso affidarsi al latte d’aglio (che può essere utilizzato anche come antibatterico in caso di forte raffreddore) sarà il rimedio giusto. L’aglio grazie alla presenza dellallicina, che viene contenuta nei suoi spicchi, agirà con le sue proprietà antinfiammatorie.

Dipende dalla forte concentrazione di sali minerali quali iodio, ferro e silicio, alla presenza delle principali vitamine (A, C e B1), oltre allo zolfo, agli enzimi e alle proteine. Inoltre l’aglio è anche un potente antibiotico naturale, favorisce a generare calore nel corpo umano e migliora anche la circolazione del sangue.

 

Come si prepara il latte d’aglio

Come è meglio quindi preparare il latte all’aglio? Non servono in realtà molti ingredienti; per prepararlo basteranno 200 millilitri di latte e quattro spicchi di aglio. Si pela l’aglio, si tritano finemente gli spicchi in modo che possano rilasciare le loro proprietà benefiche, poi si mette il latte in un pentolino scaldandolo fino a quando non diventerà almeno tiepido mescolandolo con l’aglio. A quel punto versatelo in un bicchiere o una tazza e se il sapore vi sembra comunque troppo intenso potete addolcirlo con mezzo cucchiaino di zucchero o di miele neutro, come d’acacia.

Il latte d’aglio può essere bevuto subito ma non perde la sua efficacia anche se viene fatto riposare e viene poi consumato freddo. E gli intolleranti al lattosio, oltre a scegliere un latte che ne è privo potranno anche sostituirlo con un latte di riso o a base di mandorla o soia.

Utilizzarlo però non comporta la scomparsa totale della sciatica. Se volete che funzioni, dovete berlo per almeno un paio di settimane riducendo anche gli sforzi eccessivi, trovando almeno un paio di ore per riposarci durante il giorno, camminando in maniera regolare e se possibile praticando alcuni esercizi di ginnastica posturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.